Cibi e proprietà

Tante verdure da provare

Precedenti Successivi
verdure di marzo
image description Cibi e proprietà

Stanchi del freddo e del menù invernale? Già dal mese di marzo compaiono i primi prodotti della bella stagione, salutari per il corpo.

Acquistando e consumando verdura di stagione è possibile beneficiare al massimo del sapore e del valore nutritivo di questi alimenti, assicurandosi allo stesso tempo anche la convenienza dell'acquisto.

Ma cosa ci porta questo marzo? 

Ecco alcune prelibatezze:

  • asparagi: povero di sodio e ricco in altri sali minerali (calcio, fosforo, magnesio, potassio), l’asparago vanta anche riconosciute proprietà diuretiche e depurative. L’apporto nutritivo si completa poi con il buon contenuto di vitamina C e di vitamina B9;
  • cavolini di Bruxelles: contengono una buona quota di sali minerali, tra cui fosforo e ferro; proteine; fibre; e vitamine, in particolare vitamina C, vitamina A, vitamina K e vitamine del gruppo B. Hanno un’azione benefica sul metabolismo ormonale femminile e gli vengono riconosciute proprietà antianemiche e disintossicanti;
  • indivia: è un’ottima alleata del sistema immunitario, grazie al suo elevato contenuto di vitamina C. La vitamina C è una potente vitamina idrosolubile antiossidante: è necessaria per la sintesi del collagene, una proteina strutturale necessaria per mantenere l’integrità dei vasi sanguigni, pelle ed ossa. Il consumo regolare di cibi ricchi di vitamina C aiuta a sviluppare una resistenza contro le infezioni virali rinforzando i globuli bianchi, accelera la guarigione delle ferite e contrasta lo stress ossidativo dovuto ai radicali liberi. La ricchezza della fibra alimentare favorisce il transito intestinale. Inoltre, le fibre presenti in questo ortaggio contribuiscono a ridurre la glicemia ed il colesterolo cattivo (LDL) nei pazienti obesi e diabetici. L’abbondanza d’acqua e di potassio conferiscono all’indivia un potere diuretico.
  • bietole: sono una buona fonte di fibra, di vitamine A, E, alcune del gruppo B, compresa la vitamina B9, e minerali come il ferro, il potassio, il calcio, il fosforo e il magnesio. Proprio l’alto contenuto di potassio e il basso contenuto di sodio, la rendono una verdura idonea anche a chi soffre di pressione alta. Le proprietà antidiabetiche delle bietole sono da attribuire a tre sostanze in particolare: saponine, quercitina e flavonoidi (antiossidanti) che, agendo insieme alle fibre presenti, sono in grado di ridurre del 40% i valori glicemici;
  • cardi: grazie al fatto che contiene silibina, il cardo vanta proprietà depurative dal momento che stimola il fegato ad eliminare le tossine presenti nell’organismo. Ha, inoltre, un effetto lassativo per via delle fibre, migliora la digestione e contribuisce a tenere sotto controllo il colesterolo. Contiene sostanze antiossidanti, sali minerali e vitamine, in grado di mantenere efficiente e in salute l’organismo. Aumenta le difese immunitarie e ha proprietà antibatteriche;
  • spinaci: ricchi di vitamina A e di acido folico, sono una buona fonte di nitrato, una sostanza oggetto di recenti ricerche in quanto pare aiuti ad aumentare la forza dei muscoli. Contengono, inoltre luteina, utile per la salute della retina e quindi degli occhi. Sono, infine, efficaci in caso di stitichezza;
  • porri: importante alleato del nostro apparato digerente, il porro sostiene il processo digestivo, grazie alla presenza di oli essenziali che stimolano la secrezione di succhi gastrici. Inoltre, ha interessanti proprietà carminative che riducono i gas intestinali, utili in caso di gonfiore addominale e areofagia. Grazie all’apporto di potassio, i porri sono benefici anche per l’apparato cardiovascolare poiché contribuiscono ad una corretta regolazione della pressione sanguigna. Il porro viene suggerito nelle diete dimagranti perché è un alimento dal buon effetto saziante;
  • taccole: si mangiano intere per fare scorta di fibre, ferro e vitamine che aiutano la motilità dell’intestino. Le taccole sono indicate in caso di stanchezza e nei periodi di convalescenza. Sono utili in caso di sovrappeso e obesità, perché hanno un buon effetto saziante e riducono l’assorbimento di grassi e zuccheri. Le fibre aiutano a regolare le funzioni intestinali, quindi risultano molto efficaci in caso di stitichezza; 
  • carciofi: ricco in ferro, il carciofo rientra spesso tra i consigli nutrizionali anche per il buon contenuto di altri sali minerali (calcio, fosforo, sodio, potassio) e di alcune vitamine (A, B1, B2, C, PP). Il principio attivo della cinarina, oltre a connotare il particolare sapore amaro, attribuisce al carciofo proprietà benefiche per la diuresi renale nonché per la regolarità intestinale;
  • finocchi: al finocchio sono riconosciute tradizionalmente doti benefiche e di sollievo in caso di problemi intestinali, oltre che per emicrania e alta pressione sanguigna. In aggiunta è interessante il suo utilizzo nella terapia di alcuni disturbi femminili, in particolare in menopausa, per il suo contenuto di fitoestrogeni.

Volete perdere peso, ma non sapete come fare?

Bioimis è sempre al vostro fianco e vi aiuterà a raggiungere il vostro obiettivo di peso e salute. Scopri come ottenere il tuo programma personalizzato.