Alimentazione

Mangiare male? Può portare a depressione e sbalzi d'umore

Precedenti Successivi
Carenze alimentari e umore
image description Alimentazione

Quello che si mangia ha un effetto sull'umore, ma attenzione anche agli alimenti che mancano nella dieta di tutti i giorni: alcune carenze nutrizionali possono causare stress e cattivo umore.

Molti non sanno che una corretta alimentazione è in grado di prevenire l’insorgenza degli attacchi di panico, dell’ansia e della depressione: questo succede perché la mancanza di determinate vitamine e alimenti può condizionare il nostro umore. 
Tra le dieci carenze alimentari che possono indebolire la funzione del cervello e della memoria, peggiorando così il grado di ansia e provocando sbalzi di umore, ci sono gli Omega-3, le vitamine B6 e B12, l'acido folico, lo zinco, il selenio, il magnesio, la vitamina D, lo iodio, il ferro e gli aminoacidi. Quindi, se vi sentite malinconici, stanchi o ansiosi, è possibile che stiate soffrendo di alcune carenze nutrizionali.

Omega 3: servono soprattutto a mantenere l’umore stabile. Una loro carenza è in grado di causare una vera e propria infiammazione al cervello con conseguenti sbalzi di umore. Si trovano nei tuorli d’uovo, nei pesci grassi, nelle noci o negli integratori alimentari specifici.

Vitamine del gruppo B: secondo il National Center for Biotechnology Information, una carenza di queste vitamine, come la B6 e la B12, possono influenzare l’umore. È stato riscontrato, infatti, che nelle donne anziane e depresse vi è carenza di questo gruppo vitaminico.

Vitamina D: la carenza di questa vitamina può causare depressione e stati ansiosi. È stato riscontrato che nella stagione invernale le persone risultano più a rischio, in quanto le ore di luce solare si riducono notevolmente. In questo caso bisogna assumere tofu, funghi e pesce.

Iodio e Selenio: entrambi servono al nostro organismo soprattutto per regolare la funzione della tiroide. Inoltre, aiuta il sistema immunitario e la memoria cerebrale contribuendo alla sua stabilità umorale. Tonno, patate, mirtilli, pesce e crostacei sono le fonti principali.

Magnesio: è un minerale presente in natura e molto importante per il buon funzionamento dei muscoli, del cervello e soprattutto per ritrovare il buon umore. Ogni giorno hai bisogno di un apporto di magnesio tra i 200 e i 500 mg, che puoi trovare principalmente in cibi come la crusca, il cioccolato amaro, la farina di soia, le mandorle, i fagioli secchi, le noci, la bieta e gli spinaci.

Ferro: se si risulta carenti di ferro, il rischio è quello di incorrere in un affaticamento delle funzioni cerebrali, della memoria e della concentrazione. Le conseguenze includono ansia che rischia di sfociare anche in attacchi di panico e anemia. Frutti di mare, frutta secca, noci, fegato di pollo sono alimenti che ne contengono molto.

Aminoacidi: l'assunzione di aminoacidi ci aiuta a bilanciare i neurotrasmettitori del nostro cervello e quindi a ridurre la paura, l'ansia, gli attacchi di panico e lo stress. Buone fonti di aminoacidi sono le uova, la carne magra, i latticini e le fonti di proteine vegetali.

Zinco: alimento che aiuta a bilanciare lo stato umorale. Favorisce l’azione intestinale e la produzione e l’azione dei neurotrasmettitori nel cervello. Gli alimenti dove è possibile trovarlo sono principalmente carne di manzo, spinaci, semi di zucca.

Acido Folico: secondo alcuni studi, una carenza di questo alimento non aiuta a rispondere positivamente all’utilizzo di antidepressivi. Si può trovare nei frutti tropicali, negli spinaci, nei broccoli e nei legumi in generale, come lenticchie e fagioli.

Sana alimentazione 

Il Coaching Bioimis è un programma adatto a chiunque voglia apprendere i segreti di una corretta alimentazione, per preservare la propria salute e avere maggiore energia e vitalità. Contattateci per saperne di più!