In cucina , Cibi e proprietà

Tutte le proprietà dell’ortica

Precedenti Successivi
Proprietà e benefici dell'ortica
image description In cucina , Cibi e proprietà

Oltre a essere diuretica, l'ortica ha proprietà antiossidanti e antinfiammatorie utili in numerosi disturbi, gastrointestinali e non solo.

L'ortica (Urtica dioica) è una pianta della famiglia delle Urticaceae. È presente in tutto il mondo fino a 1.800 metri di altitudine. Predilige gli ambienti solo parzialmente soleggiati e i terreni ricchi di nitrati. Può raggiungere un’altezza anche superiore al metro e mezzo. Foglie e fusti sono dotati di piccoli peli urticanti in grado di iniettare, quando sollecitati dal contatto, diverse sostanze. Prevalentemente istamina, acetilcolina e acido formico. Il rizoma, molto ramificato, si sviluppa appena al di sotto della superficie del terreno.
Ricca di acido folico e ferro, è utilizzata in caso di anemia, artrite, cistite e disturbi allo stomaco.

Proprietà e benefici dell'ortica

La grande quantità di principi attivi fanno dell'ortica una delle piante con il maggior numero di proprietà medicinali.

  • Si usa, per esempio, contro l'anemia causate da mancanza di ferro o da perdite di sangue, perché il ferro e l’acido folico, in essa contenuti, stimolano la produzione dei globuli rossi.
  • La pianta possiede anche proprietà vasocostrittrice (contrae i vasi sanguigni) ed emostatica (ferma le emorragie), quindi è impiegata specialmente nei casi di emorragie nasali e uterine. È utilissima inoltre per le donne che soffrono di mestruazioni abbondanti.
  • L'ortica è consigliata anche in caso di convalescenza, denutrizione e di esaurimento, perché le foglie sono ricchissime di sali minerali (specialmente di silicio, che stimola il sistema immunitario, di fosforo, magnesio, calcio, manganese e potassio) e di vitamine A, C e K, che la rendono remineralizzante, ricostituente e tonificante.
  • Svolge, inoltre, un’azione depurativa, diuretica e alcalinizzante: è indicata in caso di gotta, affezioni reumatiche, artrite, calcoli renali, iperglicemia, cistite e, in generale, quando occorre produrre un'azione disintossicante.
  • Si ottengono buoni risultati del suo impiego nei disturbi degli organi dell’apparato digerente, grazie alla sua attività digestiva, perché contiene piccole quantità di cretina, un ormone prodotto da alcune cellule del nostro intestino, che stimola la secrezione del succo pancreatico e la motilità dello stomaco e della cistifellea: l'ortica facilitata così la digestione e migliora la capacità di assimilare i cibi.
  • Grazie alla presenza di tannini possiede, anche, proprietà astringenti ed è perciò usata con successo per fermare la per fermare la diarrea, in caso di colite o di dissenteria.
  • Per uso esterno ha effetto emolliente, grazie al quale viene impiegata nel trattamento delle malattie croniche della pelle, specialmente in caso di eczemi, eruzioni cutanee e contro l'acne, pulisce, rigenera e rende più bella la pelle. 

L’ortica in cucina

Frittata

Per un aperitivo originale provate a proporre una frittata con le ortiche. Sfogliate l’ortica, lessatela in poca acqua bollente e, una volta cotta, strizzatela bene. Sbattete le uova, unite della ricotta e condite con pepe. Fate saltare l’ortica tritata grossolanamente in una padella antiaderente con una noce di burro senza sale, poi aggiungete il composto di uova e procedete nella cottura un lato per volta, aiutandovi con un coperchio al momento di ribaltarla. Servite tiepida.

Pasta ripiena

L’ortica è un’ottima alternativa agli spinaci: si può usare per preparare gli gnocchi, nell’impasto delle tagliatelle o assieme ai formaggi per farcire la sfoglia. Per preparare il ripieno di cannelloni o ravioli, lessate l’ortica, scolatela e strizzatela bene; poi sminuzzatela in modo si possa ben amalgamare con la ricotta. Condite con pepe ed eventualmente noce moscata.

Polpette

Se amate le polpette, vi consigliamo di sperimentare quelle con l’ortica. Lessate l’erba per 10 minuti in acqua. Scolatela, strizzatela e tritatela. Lessate delle patate, schiacciatele e unitele all’ortica. Amalgamate il composto con delle uova e ricotta, condite con pepe e noce moscata. Formate delle polpettine, infarinatele leggermente e friggetele in olio caldo o, se preferite un piatto più leggero, cuocetele in forno.

Risotto

Fate soffriggere dello scalogno nel burro e appena appassito aggiungete l’ortica. Cuocete qualche minuto, poi unite il riso e fatelo tostare, mescolando. Aggiungete del vino bianco e, una volta sfumato, continuate la cottura con il brodo. Appena pronto, togliete dal fuoco e terminate mantecando con burro senza sale.

Sformato

Lessate le ortiche in acqua. Una volta pronte scolatele e strizzatele bene. Sminuzzatele con un coltello. Fate una besciamella non troppo liquida con burro senza sale, farina e latte e amalgamatela alle ortiche. Unite della ricotta, un uovo e del pangrattato senza sale per legare. Suddividete il composto in piccoli stampi. Cuocete in forno, a bagnomaria, circa mezz’ora.

Con le erbe possiamo aiutare il nostro organismo a stare meglio e vivere in salute. Chiedete agli esperti di Bioimis di svelarvi i segreti di una corretta alimentazione! Inizia subito il tuo Programma Alimentare per ritrovare la tuo forma migliore.