In cucina , Cibi e proprietà

Ricette con verdura di stagione? Scegliete la verza!

Precedenti Successivi
image description In cucina , Cibi e proprietà

Questo ortaggio vanta proprietà curative, diuretiche, nutritive e benefiche eccellenti per la salute dell'organismo. Ecco quali.

La verza (Brassica oleracea), anche detto cavolo verza, è una pianta appartenente alla famiglia delle crocifere, cioè presenta un fiore a quattro petali, a forma di croce, e uno stelo denso con foglie verdi o grigie.
A differenza del cavolo cappuccio, ha foglie grinzose, croccanti e di grandi dimensioni, increspate e ricche di nervature sporgenti. La parte commestibile in questo caso è un cuore di foglie più chiare che forma una palla ben compatta.

Un ortaggio invernale

La coltivazione più diffusa del cavolo verza è quella autunno-invernale al sud Italia, ma di ottime coltivazioni se ne trovano anche in Piemonte, in Lombardia, Trentino, in Veneto e in Emilia Romagna. In ogni caso, la coltivazione è molto diffusa perché fondamentalmente non ha bisogno di alcun particolare accorgimento ed è disponibile in due varietà: una matura per la raccolta e il consumo in inverno e una, un po' meno diffusa, per la raccolta in primavera e in estate.

Un alimento della salute

La verza era già conosciuta nell’antichità quando, grazie alle sue proprietà, veniva considerata una pianta medicinale a tutti gli effetti. La parola verza deriverebbe dalla parola latina “viridi” che significa verde, come è il colore delle sue foglie. Come molti vegetali, è composta prevalentemente da acqua (90%); sono presenti, inoltre, proteine, fibre, ceneri, zuccheri, carboidrati. Ben rappresentati sono anche i sali minerali, in particolare calcio, sodio, fosforo, potassio, magnesio, zinco e ferro. Contiene, anche, molte vitamine, soprattutto quelle del gruppo A, B ed E.

I benefici per la salute

La presenza della vitamina C, insieme ai sali minerali, permette di esercitare un effetto ricostituente e riequilibrante sull’organismo. Ben nota sono anche le sue proprietà diuretiche e lassative. La presenza della clorofilla, inoltre, ne rende consigliabile l’assunzione in caso di anemia.

- Effetto tonificante
La verza allevia la stanchezza generale, ma ha anche effetti positivi per chi soffre di anemia e avitaminosi, grazie al suo contenuto di vitamina C, B1, A ed E.

- Effetto decongestionante
Se assunto sotto forma di succo aiuta a smaltire le tossine. Il suo elevato contenuto di fibre regola, inoltre, l’attività intestinale.

- Effetto analgesico
È un ottimo rimedio per le persone che soffrono di nevralgia multipla, mal di testa, mal di denti e sciatica.

- Effetto calmante
La si utilizza nelle irritazioni oculari, per gli occhi rossi o la congiuntivite.

- Azione digestiva
Agisce su vari disturbi digestivi, dalla diarrea alla colite ed anche sulle infiammazioni di stomaco e sui dolori intestinali.

- Azione antinfiammatoria
Utilizzata come cataplasma e impacchi la verza è efficace per ridurre infiammazioni di naso, orecchie e gola ed è utile anche in caso di bronchite e asma.

- Azione astringente
Favorendo la rivitalizzazione dei tessuti, è efficace nei disturbi della cute, come ad esempio l’herpes.

Le ricette con la verza

La verza è molto utilizzata in tante ricette della cucina regionale Italiana, un vero ingredienti della cucina naturale per molte zuppe e creme ma anche per primi piatti e involtini vegetali.

Minestra di cavolo verza

Ingredienti
2 kg di verza
1 dl di olio di oliva extravergine
1 peperoncino
3 spicchi di aglio
6 fette di pane senza sale
pepe

Preparazione
Mondate il cavolo verza, privandolo anche del torsolo centrale. Sfogliatelo, lavatelo con cura, quindi scolatelo e tagliatelo grossolanamente. In una casseruola scaldate l'olio e fatevi imbiondire gli spicchi d'aglio. Unite il cavolo verza e insaporite il tutto con il pepe e il peperoncino rosso grossolanamente spezzettato. Coprite e proseguite la cottura della minestra per circa 1 ora, aggiungendo qualche mestolo di acqua tiepida se necessario. Distribuite nelle singole fondine fettine di pane senza sale leggermente abbrustolite. Versatevi la minestra di cavolo verza, che avrete tenuto piuttosto liquida e servite subito in tavola.

Zuppa con riso e verza

Ingredienti
4 mestoli di minestrone di legumi
250 g di riso
1 verza
1 l di brodo vegetale
olio di oliva extravergine
pepe

Preparazione
Disponete i mestoli di minestrone avanzato in una pentola. Allungate il brodo del minestrone con 1 l di brodo vegetale e portate a bollore. Nel frattempo, sfogliate la verza, eliminate le coste più dure, lavatela e riducetela a pezzettoni, poi versatele nella pentola e, dopo 10 minuti, aggiungete 250 g di riso. Proseguite la cottura per 16-18 minuti. Distribuite la zuppa nelle ciotole, irrorate con olio crudo, spolverizzate con una macinata di pepe e servite.

Stracotto di maiale con la verza

Ingredienti
800 g di coppa di maiale
300 g di pomodorini
mezza verza
1 cipolla
olio extravergine d'oliva
pepe

Preparazione
Sbucciate la cipolla, lavatela, asciugatela e tagliatela a fette sottili, poi soffriggetela in una casseruola con un filo d'olio, unite i pomodorini precedentemente scottati e ben sgocciolati dal loro liquido, portate a ebollizione e lasciate cuocere per pochi minuti. Ora aggiungete anche la carne tagliata a pezzi piuttosto grossi e una macinata di pepe, mescolate e lasciate cuocere a fuoco basso per 30 minuti circa, mescolando ogni tanto. Nel frattempo, private la verza delle foglie esterne più dure e del torsolo, staccate le foglie e lavatele sotto l'acqua fredda, tagliatele a striscioline e scottatele per pochi secondi in acqua bollente. Sgocciolatele, unitele alla carne, incorporatele al fondo e proseguite la cottura per un'altra ora, mescolando ogni tanto e unendo acqua di cottura se necessario. Fate riposare lo stracotto di maiale con la verza per qualche minuto prima di servire.

Con Bioimis potete imparare a dimagrire mangiando in maniera corretta. Fissate subito una consulenza gratuita!