In cucina , Alimentazione

Pronti per la spesa di marzo?

Precedenti Successivi
Spesa di marzo
image description In cucina , Alimentazione

Con il risveglio della primavera, la cucina si riempie di nuovi gusti e profumi.

 

Si avvicina la primavera e il carrello si adegua. La spesa di marzo è così, in bilico tra gli ultimi prodotti invernali e le primizie primaverili, che timidamente iniziano a fare capolino.

Ecco cosa comprare questo mese tra ortaggi, frutta, pesce!

Germogli: l’inverno è finito e i germogli annunciano il risveglio della natura. Quelli fatti in casa sono perfetti in questo periodo, con la loro ricchezza di vitamine e di proprietà depurative. Oltre ai classici germogli di cereali e legumi, ci sono anche quelli di fieno greco, dal gusto piacevolmente amarognolo, o di ravanelli. Sono particolarmente facili da far crescere e danno un tocco speciale alle insalate e ai secondi.

Spinaci: non sono così ricchi di ferro come si è sempre pensato, ma godono comunque di ottime proprietà e sono una fonte eccellente di vitamine, minerali e molecole ad azione antiossidante, utili nel prevenire diverse patologie come quelle oculari, ma anche ipertensione e tumori. La maggior parte dei carboidrati presenti negli spinaci sono rappresentati dalle fibre, in particolare quelle insolubili, che accelerano il transito intestinale, prevenendo la stitichezza.

Cavoletti di Bruxelles: oltre alle ben note proprietà antitumorali, che accomunano tutta la famiglia dei cavoli, i cavoletti di Bruxelles sono considerati veri e propri stimolanti dell’attività cerebrale e della concentrazione. Sembrerebbe che questa proprietà derivi dalla combinazione tra tiamina e acido folico, di cui sono piuttosto ricchi. La zeaxantina, inoltre, protegge la retina degli occhi, mentre la vitamina K è molto utile per la buona salute delle ossa.

Alici: sono un alimento veramente ricco e dalle ottime caratteristiche nutrizionali. Le proteine sono abbondanti e di ottima qualità, il contenuto di minerali è molto elevato, specialmente selenio e calcio. Il primo è un elemento molto importante per la funzione tiroidea, per l’attività di sistemi enzimatici che proteggono dall’eccesso di radicali liberi e per una probabile attività di protezione nei confronti di malattie cardiovascolari, il secondo è essenziale per la salute di ossa e denti. Molto interessante l’apporto di grassi mono e polinsaturi, in particolar modo i preziosi acidi grassi omega-3, grassi che hanno mostrato un ruolo importantissimo nella prevenzione delle malattie cardiovascolari e nella riduzione del colesterolo LDL.

Cardo: noto per le sue virtù depurative, in particolare come tonico per il fegato grazie alla presenza della silibina, che aiuta a smaltire le tossine accumulate nell'organismo. Inoltre, ha anche proprietà lassative, essendo molto ricco di fibre. Contiene anche sostanze antiossidanti, che contribuiscono a mantenere giovane l'organismo, sali minerali e vitamine. L'insieme conferisce al cardo anche proprietà anti colesterolo, digestive e dimagranti.

Finocchio: il contenuto di antiossidanti lo rende uno degli alleati migliori del nostro organismo nella prevenzione dei tumori. L’importante contenuto di calcio e fosforo è ottimo per garantire il raggiungimento del fabbisogno giornaliero, mentre l’apporto di acqua e fibra permette di mantenere una corretta funzionalità intestinale. Inoltre, a questo ortaggio vengono attribuite proprietà diuretiche e carminative. Il finocchio riduce la sensazione di fame, un effetto molto utile soprattutto per chi vuole seguire una dieta dimagrante o ha problemi di sovrappeso.

Tonno: una della maggiori qualità benefiche del tonno è l’apporto nella dieta di omega 3, acidi grassi polinsaturi che hanno un effetto positivo nella prevenzione delle malattie cardiovascolari. L’assunzione regolare di omega 3 con la dieta ha dimostrato anche di avere un effetto protettivo sulle funzioni cerebrali e visive. Per assicurare un regolare apporto di questi acidi grassi essenziali è importante mettere in tavola una porzione di pesce almeno due o tre volte alla settimana.

Pompelmo: spesso usato nelle diete dimagranti poiché aiuta a diminuire l’assorbimento dei cibi, questo frutto contiene anche una sostanza chiamata limonene, responsabile del gusto acido, ma con proprietà antitumorali. Le indagini condotte sul succo di pompelmo hanno evidenziato che alcune componenti di questo frutto, come il bergamottino e la naringina, sono potenti inibitori del citocromo P450 3A4, un enzima localizzato a livello intestinale ed epatico che si occupa di detossificare l'organismo da circa il 50% dei farmaci attualmente esistenti.

Cedro: come gli altri agrumi, è un frutto ricco di qualità benefiche dovute soprattutto al ricco contenuto di fibra alimentare e di micronutrienti, soprattutto vitamine C e B1, calcio e potassio, flavonoidi antiossidanti, olio essenziale ricco di citrale, limonina e terpeni. Tutti questi componenti contribuiscono in diversa misura a definire le principali proprietà del frutto. Se impiegato in spremute o centrifughe di frutta al naturale, favorisce la depurazione dell’organismo stimolando la diuresi. Il consumo del frutto fresco è un vero toccasana per l’apparato gastrointestinale perchè, oltre a equilibrare l’acidità gastrica, apporta una grande quantità di fibre che favoriscono il naturale funzionamento dell’intestino.

In forma e in salute

Bioimis vi aiuta a ritrovare il vostro peso forma. Come? Proponendo un regime alimentare più sano e rispettoso degli ingredienti di stagione. SCOPRI QUI COME INIZIARE IL TUO PERCORSO.