Buone abitudini , Alimentazione

Possono le erbe aiutare a ridurre il colesterolo?

Precedenti Successivi
colesterolo, cuore, erbe medicinali, bioimis, dieta,
image description Buone abitudini , Alimentazione

l colesterolo alto è un problema che non va sottovalutato. Un eccessivo accumulo di grassi nel sangue, infatti, può provocare disturbi cardiocircolatori, come l’infarto.

Il colesterolo alto è un problema che affligge molte persone. Le cause possono essere un'alimentazione scorretta e la mancanza di attività fisica, associate all'immancabile predisposizione genetica.
Fortunatamente, la natura offre un mondo variegato di piante benefiche in grado di aiutare. Ecco quali!

Tarassaco

È una pianta che esplica soprattutto proprietà digestive e diuretiche. I sesquiterpeni lattonici in essa contenuti sono principi attivi amaricanti che favoriscono la digestione aiutando il pancreas ed il fegato. I fenilpropani invece (come l'acido caffeico), sono in grado di stimolare il glomerulo, agendo come diuretici. Il tarassaco promuove l'escrezione della bile, quindi l'eliminazione biliare del colesterolo in eccesso, riducendone poi l'assorbimento grazie ai fitosteroli e alle fibre solubili.

Fieno greco

L’infuso di fieno greco riduce i livelli di trigliceridi nel sangue. Preparate un infuso con un cucchiaino di semi per ogni tazza e, prima di berlo, filtratelo.

Aglio

È un ottimo per ripulire le arterie. Andrebbe mangiato crudo, oppure bollito per preparare un decotto.

Carciofo

Possiede principi attivi organici, sesquiterpeni lattonici, flavonoidi e molecole caffeoil chiniche. Il carciofo stimola la secreziona gastrica, salivare, intestinale ed epatica. Agisce, anche, sull'assimilazione e sulla metabolizzazione delle sostanze lipidiche.

Amaranto

I semi e le foglie di amaranto sono molto efficaci contro il colesterolo. Potete aggiungere i semi all’insalata e usare le foglie per un infuso (un pugno di foglie per ogni tazza d’acqua).

Basilico

Questa profumatissima pianta aromatica è ottima per abbassare il colesterolo. Il basilico può essere aggiunto a crudo alla pasta, alla pizza o alle insalate, può essere usato per preparare il pesto e un profumatissimo infuso.

Scagliola

Oltre ad abbassare il colesterolo cattivo, stimola il dimagrimento. Potete preparare un decotto, bollendo in una tazza d’acqua un cucchiaio di semi per 10 minuti.

Olivo

L'estratto di olivo è a base di flavonoidi delle foglie. Ha una buona azione diuretica, ipocolesterolemizzante e modifica la capacità di assorbimento delle sostanze lipidiche.

Dente di leone

Abbassa il colesterolo e depura il fegato. Preparate un infuso bollendo per 5 minuti un pugno di erba per ogni tazza d’acqua.

Tè bianco

La varietà più pregiata e anche la più efficace per combattere il colesterolo. Per prepararlo, usate acqua calda, ma non bollente (80° gradi circa) e lasciatelo in infusione per 2-5 minuti.

Tamarindo

Il frutto dell’albero di tamarindo, oltre ad essere molto saporito, abbassa il colesterolo. Potete mangiarlo al naturale, oppure usarlo per preparare un infuso.

Borragine

Pianta erbacea fonte di minerali (potassio, calcio), tannini, acido palmitico, flavonoidi e soprattutto acidi grassi essenziali come il linoleico (omega 6 essenziale, dal quale derivano anche gli altri semi essenziali) e gamma-linolenico. Perciò, l'estratto di borragine serve per il trattamento dell'ipertensione e del colesterolo alto.

Rooibos

Anche detto tè rosso, è un concentrato di vitamina C e sali minerali. Stimola la digestione e aiuta a combattere il colesterolo. Va bevuto al naturale, senza zucchero né limone.

Tè verde

Potente antiossidante, depura il fegato e abbassa il colesterolo. Si prepara come il classico tè nero, ma l’acqua non deve essere bollente (intorno ai 70°) e va lasciato in infusione solo per tre minuti, per evitare che diventi amaro.

Imparate tutte le proprietà delle erbe con Bioimis! Potete restare in forma donando ai vostri piatti deliziosi mix di sapori.