Buone abitudini

La gentilezza? Fa bene alla salute

Precedenti Successivi
Il potere della gentilezza
image description Buone abitudini

Mai come in questo momento abbiamo tutti bisogno di riscoprire e coltivare la gentilezza. E ci aiuta, anche, a stare meglio.

Siate gentili, ne guadagnate in salute. È dimostrato, infatti, che fa bene al corpo e alla mente. Migliora l'umore, rafforza le relazioni umane, e allunga la vita di coppia. E poi è davvero semplice, bastano poche parole e gesti.

Che cos’è la gentilezza?

Marco Aurelio la definiva “gioia dell’umanità”, mentre Goethe diceva che è una catena che tiene uniti gli uomini. La gentilezza sembra solo un gesto da galateo, da buona educazione, da persone di mondo: ma questo è riduttivo. È un ingrediente essenziale per tenere insieme le persone, a qualsiasi livello, per non sprecare il patrimonio di rapporti umani che possediamo, per vivere meglio con sé stessi e con gli altri.
In pochi anni nelle nostre case, secondo una ricerca dell’associazione Gentietude che promuove uno stile di vita fondato sulle buone maniere, in quasi la metà delle famiglie italiane sono state rimosse le parole Grazie, Per favore, Posso.

Un atteggiamento che fa bene alla salute

Avete mai riflettuto davvero sul potere della gentilezza? Su quante cose possono cambiare, in meglio, nella nostra vita e in quella di chi ci circonda. Basta davvero poco per cogliere in pieno una serie di benefici, che vanno dalla qualità delle relazioni fino al benessere fisico. Benefici che spesso sprechiamo solo per stili di vita sbagliati.
La gentilezza fa bene di per sé, ma ha anche dei benefici per la salute, in termini fisici come psicologici. Ad esempio, serve a contrastare gli effetti negativi dello stress secondo uno studio pubblicato nel 2015 su Clinical Psychological Science. I risultati hanno mostrato che nei giorni in cui ci si sente stressati si ha una visione più negativa della propria vita, ma aiutare qualcuno rende tutto un po' migliore.
Inoltre, essere gentili fa bene alla salute cardiovascolare. Uno studio pubblicato sull'International Journal of Psychophysiology ha scoperto che chi dà supporto alla propria rete sociale ha più autostima, meno depressione e una migliore pressione sanguigna. In più, una serie di esperimenti, i ricercatori della Harvard Business School hanno scoperto comprare qualcosa agli altri può farci stare bene, più che spendere per noi stessi.

Come fare per essere più gentili?

Portare il caffè a un collega, un amico o anche a una persona che si conosce poco, facendogli magari un complimento sentito. Oppure sorridere, imbottigliati nel traffico, alla persona della macchina accanto. Sono diversi gli atteggiamenti che si possono mettere in atto, secondo la Random Acts of Kindness Foundation: ad esempio mandare a un amico un messaggio per tirargli su il morale, parlare con un familiare che con cui non si è in contatto da tempo, includere momenti di risate e divertimento nella routine quotidiana e andare leggermente fuori dalla nostra comfort zone almeno una volta nella giornata per far sorridere qualcuno. D'altra parte, come diceva Seneca, "Ovunque ci sia un essere umano, vi è la possibilità per una gentilezza".

Essere gentili e positivi paga

La gentilezza nei momenti di crisi aiuta a fare carriera, è un deterrente per smontare l’aggressività e suscita autenticità ed empatia. Inoltre, vi fa stare bene con voi stessi.
Mantenere un atteggiamento sempre positivo vi può aiutare in qualsiasi sfida della vita, anche quando state seguendo un percorso di dimagrimento Bioimis.
I nostri esperti vi aiuteranno a raggiungere i vostri obiettivi. Contattateci per saperne di più!