Buone abitudini , Alimentazione

La dieta dei bambini? Bisogna garantire il corretto apporto di vitamine

Precedenti Successivi
Bambini e corretta alimentazione
image description Buone abitudini , Alimentazione

È necessario adottare un’alimentazione sana e variegata per introdurre nell’organismo il giusto apporto giornaliero di vitamine e nutrienti.

 

I medici dell'Ospedale Bambino Gesù dicono no agli integratori e sì a un'alimentazione sana nel nuovo numero del magazine digitale "A Scuola di Salute".

Un'alimentazione corretta garantisce il giusto apporto di vitamine

Le vitamine sono nutrienti indispensabili per la crescita e sono incluse tra i micronutrienti che devono essere assunti quotidianamente con la dieta, perché non vengono sintetizzati dal corpo umano. Purtroppo, spesso adottiamo un regime alimentare scorretto, che non riesce a fornire al nostro organismo la quantità di vitamine necessaria per garantire il suo corretto funzionamento.

Tutte le vitamine che fanno bene ai bambini

A come sviluppo della vista, B come sviluppo psichico e motorio, C come protezione dei vasi sanguigni e delle articolazioni, D come rafforzamento delle ossa, E come potenziamento del sistema immunitario, K come corretta coagulazione del sangue.
Queste sono le vitamine che, a parere degli esperti del Bambino Gesù, i bambini dovrebbero obbligatoriamente assumere nella loro dieta. La vitamina A, comunemente presente in svariati alimenti, tra i quali le carote, le uova e le albicocche, oltre ad essere di supporto alla vista, è fondamentale per garantire la giusta resistenza alle infezioni e per lo sviluppo e la riproduzione dell’organismo. Nel pesce, nel tuorlo e nei semi germogliati troviamo, invece, il colecalciferolo, comunemente chiamato vitamina D, che viene prodotto biologicamente dall’azione della luce solare sulla pelle e che ha lo scopo di rafforzare le ossa e i denti.

No agli integratori, sì a una dieta sana

A volte, però, bambini e ragazzi seguono una dieta squilibrata. Ad esempio non mangiano pesce, carne o legumi, ricchi di vitamine. Cosa fare quindi? A volte i genitori somministrano ai figli multivitaminici e integratori perché li vedono stanchi o svogliati, oppure per aumentare il loro rendimento scolastico o perché mangiano poco.
L’utilizzo degli integratori, però, è fortemente sconsigliato nei soggetti sani con un sano piano alimentare. E questo vale anche per chi fa attività sportiva agonistica, anche se in adolescenza potrebbe essere utile l'incremento di Vitamina D, ma sempre previo controllo medico.

Mangiare bene per vivere meglio

Bioimis ha scoperto la ricetta che vi fa vivere in salute! Contattateci subito per saperne di più!