In cucina , Cibi e proprietà

Cavolfiore: un ingrediente salutare e versatile

Precedenti Successivi
benefici del cavolfiore e come cucinarlo
image description In cucina , Cibi e proprietà

Mangiare cavolfiore non migliora solo la salute, ma anche la bellezza.

Il cavolfiore appartiene alla grande famiglia delle crucifere, la stessa dei broccoli e dei cavoli.
È una verdura dalla caratteristica forma di fiore. In Italia ne vengono coltivate diverse varietà. Le principali sono il cavolfiore Gigante di Napoli, il cavolfiore Tardivo di Fano, il cavolfiore Romanesco e il cavolfiore Violetto di Catania.
Molte persone lo evitano per l’odore che rilascia durante la cottura o perché, come altri ortaggi della stessa famiglia, tende un po’ a gonfiare.
Dal punto di vista nutrizionale, però, è una ricca fonte di vitamine, minerali e potenti antiossidanti, ed è anche buono.
È, inoltre, un ingrediente piuttosto versatile che può essere aggiunto alle insalate, alle vellutate di verdure e a molti altri piatti.

Come si cuoce il cavolfiore?

In genere si separano le cimette e si cuociono in acqua bollente per qualche minuto o al vapore. I tempi di cottura variano in base alle dimensioni dei pezzi: il cavolfiore intero cuoce in 20-25 minuti, mentre le cimette in 10 minuti e anche meno se si vogliono mantenere croccanti. Aggiungendo un po’ di latte in cottura si mantiene più facilmente il colore bianco.
È molto buono anche cotto in forno semplicemente con olio sale e odori vari, oppure gratinato, ma si possono preparare anche ottime conserve sott’olio e sotto aceto.
Il cavolfiore si può consumare anche crudo nelle insalate oppure marinato, anche se in questo caso può risultare meno digeribile.

Le virtù del cavolfiore

  • I cavolfiori sono alimenti preziosi per i loro principi nutritivi come il potassio, calcio, fosforo, ferro, acido folico, vitamina C.
  • Contengono, anche, principi attivi anticancro, antibatterici, antinfiammatori e antiossidanti.
  • Questo alimento è, inoltre, depurativo e favorisce la rigenerazione dei tessuti.
  • Il cavolfiore è particolarmente indicato in caso di diabete perché le sue proprietà contribuiscono a controllare i livelli di zuccheri nel sangue.
  • Secondo alcuni studi americani questo ortaggio aiuta a prevenire il cancro al colon e l'ulcera e cura l'anemia. Broccoli e cavolfiori, secondo recenti ricerche scientifiche, sarebbero efficaci nella prevenzione del cancro alla prostata.
  • Il centrifugato di cavolfiori è un valido rimedio naturale contro il raffreddore.
  • I cavolfiori, infine, aiutano a regolare il battito cardiaco e a tenere sotto controllo la pressione arteriosa; stimolano il funzionamento della tiroide.

Cavolfiore: come si sceglie e si conserva

Il cavolfiore deve essere innanzitutto ben chiuso, compatto e con l’infiorescenza soda. Inoltre, è importante che sia bianco e senza macchie e le foglie esterne devono essere croccanti.
Si tratta di un ortaggio delicato che si deteriora facilmente. Per conservarlo eliminate le foglie e tagliate il gambo di netto. Si può anche tenere in surgelatore una volta sbollentato.
Evitate di preparare il cavolfiore con largo anticipo perché una volta cotto si conserva al massimo per tre giorni.

La ricetta

Conchiglioni al forno con cavolfiori e noci

Ingredienti

  • 20 conchiglioni
  • 1 cavolfiore
  • 450 g di ricotta di capra
  • gherigli di noci
  • pepe
  • pangrattato senza sale
  • formaggio grattugiato

Preparazione
Tagliate grossolanamente il cavolfiore. Non servirà essere precisi perché tanto andrà poi amalgamato e schiacciato con la ricotta. Lessatelo in abbondante acqua e scolatelo con una schiumarola perché non dovrete buttare l’acqua di cottura. Mettete il cavolfiore in una ciotola abbastanza grande da poter lavorare gli ingredienti all’interno. Tagliate a pezzetti la ricotta e unitela al cavolfiore. Con un cucchiaio iniziate schiacciando gli ingredienti in modo da renderli quasi una purea. Successivamente, iniziate a mescolarli per amalgamarli insieme. Tritate i gherigli di noce al coltello e uniteli al composto. Mescolate bene. Nel frattempo, accendete il forno a 180 gradi e portatelo in temperatura (funzione grill). Nell’acqua di cottura dei cavolfiori lessate i conchiglioni secondo i tempi indicati sulla confezione. Scolate i conchiglioni e lasciateli intiepidire appena. Farciteli con il composto e adagiateli su una teglia fino a terminare la pasta. Aggiungete un filo d’olio e, poi, cospargete la superficie con formaggio grattugiato e pangrattato e infornate fino a doratura.

La salute vien mangiando

Bioimis ha la ricetta per farvi stare bene: contattateci per iniziare subito il vostro percorso personalizzato!