Cibi e proprietà , Buone abitudini , Alimentazione

Carenza di iodio? Andate di tonno!

Precedenti Successivi
alimentazione; buone abitudini
image description Cibi e proprietà , Buone abitudini , Alimentazione

Oggi il tonno in scatola riscuote sempre più consensi nelle scelte degli sportivi a tavola tanto da entrare di diritto nella top 5 degli alimenti a cui non saprebbero rinunciare.

Sono circa 6 milioni gli italiani (12%), sopratutto donne e bambini, ad avere carenza di iodio con possibili ricadute sull'organismo e sul metabolismo e non basta fare una passeggiata in riva al mare per fare il pieno di questo micronutriente minerale.

Lo iodio, infatti, si può assumere solamente attraverso gli alimenti, in particolare i prodotti ittici. E il tonno è tra gli alimenti più diffusi presente nel 94% delle dispense delle famiglie.

Ideale per chi fa sport

Il tonno è uno dei prodotti simbolo dell’alimentazione dello sportivo, insieme a carni bianche, legumi, yogurt magro e bresaola. Come mai?

Questo pesce ha un elevatissimo contenuto di proteine nobili (25 g ogni 100 g di prodotto). Il fabbisogno di proteine dello sportivo è leggermente superiore rispetto a quello di un individuo sedentario. Infatti, chi pratica sport può avere bisogno giornalmente fino a 1, 2 – 1,5 grammi di proteine per chilogrammo di peso corporeo. Il tonno fornisce un’eccellente quantità di proteine che sono di elevato valore biologico, cioè apportano una quantità di amminoacidi essenziali e non essenziali ottimale per ottenere ed incrementare la sintesi proteica. Questa garantisce il tono e l’efficienza dell’apparato locomotore ed è fondamentale anche per la sintesi di ormoni e neurotrasmettitori, indispensabili per ottimizzare tutto il lavoro muscolare.

Ma nel tonno ci sono anche altri nutrienti poco conosciuti, ma fondamentali per il nostro organismo, come la lisina e lo iodio, che lo rendono particolarmente adatto a chi predilige uno stile di vita ispirato al benessere e al movimento.

Fate il pieno di lisina!

Rispetto ad altri alimenti proteici come latticini e carni bianche il tonno è tra i più ricchi di lisina. Questo amminoacido favorisce la sintesi proteica e ha un ruolo importante per la produzione di carnitina, e quindi di energia, durante l’attività sportiva.

Inoltre, il tonno fornisce elevate quantità di iodio, un nutriente importante per il corretto funzionamento della tiroide, che modula tutte le attività metaboliche dell’individuo.

L’apporto di lisina e di iodio del tonno è ottimale per la dieta dello sportivo, ma anche più in generale per chi è nella fase della crescita, per gli adulti e per l’alimentazione nella terza e quarta età.

Questi nutrienti consentono il regolare sviluppo ed accrescimento nell’età evolutiva, ottimizzano il metabolismo dell’adulto, contrastano la perdita di masse muscolari nell’anziano e consentono un eccellente equilibrio psicofisico per garantire le migliori prestazioni atletiche.

Un alimento ricco di sali minerali

Il tonno contiene, anche, fosforo, calcio, vitamine del gruppo B e ferro.

Il fosforo è un costituente di tutte le membrane cellulari e il calcio è fondamentale per numerose funzioni biologiche tra le quali la contrazione muscolare. Il ferro è indispensabile per il trasporto di ossigeno a tutti i tessuti, specialmente ai muscoli e al cervello. Le vitamine del gruppo B garantiscono l’integrità di tutte le funzioni del sistema nervoso. Dunque questi micronutrienti sono indispensabili per mantenere la salute del fisico e anche la lucidità e la concentrazione necessaria durante l’esercizio sportivo ed in tutte le attività quotidiane.

 

Volete restare in salute e scoprire quali sono le proprietà benefiche degli alimenti? Continuate a seguire il blog di Bioimis  e la nostra pagina Facebook!