Buone abitudini

Camminare fa bene: ecco perché

Precedenti Successivi
Camminare fa bene
image description Buone abitudini

Se praticata regolarmente, questa attività aiuta a dimagrire e fa bene alla salute perché allunga l’aspettativa di vita, contrasta l’aumento del colesterolo e può prevenire l’insorgenza di malattie cardiovascolari e tumori.

Quante volte avete sentito dire che camminare fa bene alla salute? Niente di più vero. Infatti, oltre a essere un’attività molto divertente, permette di perdere peso e di restare in forma.
Non dimenticate, però, che per ottenere benefici concreti è necessario fare attività fisica in maniera costante e continua. Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità l'ideale sarebbe camminare per 7 chilometri al giorno che corrispondono a circa 10.000 passi. Per iniziare si consiglia generalmente una camminata di 30 minuti ogni giorno, possibilmente cercando di aumentare il ritmo col tempo e l’esercizio. In più, camminare è un’attività aerobica a bassa intensità e per questo adatta a tutti, adulti e bambini.

Infine, ci aiuta anche a stare meglio perché:

  • Fa bene al cuore a aiuta a prevenire il diabete: secondo una ricerca dell’Università del Queensland, camminare riduce il rischio di morire di infarto. Infatti, in un camminatore abituale il cuore risulta più grosso poiché le cavità si allargano per contenere maggiori quantità di sangue e le pareti, costituite da tessuto muscolare, si rinforzano e si ispessiscono. Nei bambini, inoltre, rimanere per troppo tempo seduti può cambiare la conformazione del sistema cardiocircolatorio e portare alla comparsa di patologie vascolari o di depositi di grasso in corrispondenza del fegato.
  • Allena i polmoni: un’attività aerobica a bassa intensità rinforza i muscoli annessi alla cassa toracica, permettendo così un ampliamento dello spazio per i polmoni e una diminuzione della frequenza respiratoria, poiché la quantità di aria che si espelle dopo un rigonfiamento massimo del torace è maggiore.
  • Previene l’osteoporosi perché fa depositare i sali di calcio che proteggono da questa patologia.
  • Migliora la circolazione: secondo uno studio dell'Università di Osaka, camminare riduce del 12% il rischio di ipertensione e malattie cardiovascolari. Questo perché, grazie all'esercizio fisico, le pareti dei vasi sanguigni diventano più elastiche e il sangue vi scorre incontrando meno resistenza. Quindi, diminuisce la pressione sanguigna e migliora il ritorno venoso del sangue al cuore.
  • Ossigena i tessuti favorendo il ricambio energetico e riequilibrando tutti gli apparati.
  • Tonifica i muscoli, corregge la postura e migliora l’equilibrio.
  • Combatte lo stress: un’attività fisica piacevole e rigenerante come il camminare apporta benefici al sistema nervoso e ci fa rilassare.
  • Migliora l'umore: secondo recenti studi, una vita sedentaria fa aumentare del 25% il rischio di depressione. 
  • Mantiene i piedi in salute: quando si cammina la massa vascolarizzata che si trova nella parte bassa de piede viene alternativamente compressa e rilassata, quindi il sangue venoso viene spinto in alto, mentre quello arterioso aspirato in basso, aiutando la circolazione. In più, ogni passo è un massaggio tonificante e benefico.

Contattate subito BIOIMIS per una consulenza gratuita! Vi sveleremo il segreto per  tornare al vostro peso forma in maniera naturale e nel pieno rispetto del vostro organismo.