Buone abitudini , Alimentazione

Buone abitudini in cucina

Precedenti Successivi
image description Buone abitudini , Alimentazione

Il benessere passa anche dallo stomaco. Per vivere bene abbiamo bisogno di stare bene con noi stessi, dentro e fuori.

Mangiate tante porzioni di frutta e verdura al giorno

Vi coloreranno la vita, il piatto e soprattutto contengono fibre idrosolubili, sali minerali e molte buone vitamine. Verdura e frutta sono alimenti perfetti per essere scoperti insieme, creando una lista della spesa secondo la stagionalità.

Più cereali

I cereali in chicchi sono il carburante naturale del corpo umano. Una vera benzina necessaria per far lavorare adeguatamente il nostro organismo. Non devono mai mancare sulla tavola riso (nero, integrale, rosso), orzo, farro, mais, avena. Su questo sono ancora indietro! Mangiamo spesso riso integrale, ma raramente gli altri.

Consumate regolarmente il pesce, limitate i salumi

Si dice sano come un pesce per indicare una persona che gode di ottima salute. Non tanto perché i pesci non si ammalano mai, come erroneamente si pensava nell’antichità, ma perché, mangiandone almeno due o tre porzioni da 100 grammi la settimana, si fa scorta di un gran numero di sostanze preziose per il benessere di tutto l’organismo e utili nelle varie fasi della vita a partire dall’infanzia. Non solo proteine di facile digestione, ma Omega 3, così come minerali tra cui ferro, zinco, iodio, vitamine del gruppo B e vitamina D.
Per quanto riguarda la carne, evitate quella lavorata e gli insaccati, scegliete preferibilmente quella bianca.

Sì ai latticini senza esagerare

Mangiate latticini (latte, formaggio, creme, gelati…), ma non esagerate.
Quando possibile optate per quelli freschi, sono più “vivi” e ci fanno meglio.

Utilizzate meno sale possibile

Imparate a colorare il vostro piatto con le spezie e gli aromi mediterranei: al prezzemolo, alla salvia passando per rosmarino, peperoncino, origano, curry ed erba cipollina. Spezie ed erbe aromatiche sono ottimi sostituti del sale e in più hanno un effetto benefico sull'organismo. Sono un vero toccasana per la digestione, il mantenimento del peso forma, la lotta all’invecchiamento cellulare e molto altro ancora.

Prendete nota di quello che mangiate

Una volta al mese, per un’intera settimana, scrivete su un bel foglio colorato cosa mangiate: questo diario alimentare della settimana vi servirà per sapere come si comporta il vostro corpo e tenere sotto controllo la situazione.

Non mangiate mai con la tv accesa

Chiacchierare a tavola, tutti insieme, è molto meglio.
I bambini sono la categoria che più risente di questa cattiva abitudine. Innanzitutto, secondo un recente studio statunitense, mangiare davanti alla tv è causa di sovrappeso.
I bambini sono più propensi a consumare grassi e zuccheri; non si rendono conto di quando sono sazi perché prestano più attenzione alla “scatola a colori” che al cibo che mangiano.
Non c’è dubbio che questa abitudine contribuisca a far sviluppare disturbi del peso; modifica, inoltre, i rapporti e i comportamenti all’interno della casa e della famiglia.

Ogni cosa al suo posto

Il frigorifero custodisce gran parte degli alimenti che ci servono per creare i nostri menù giornalieri ed è molto importante mantenerlo pulito e in ordine. Una buona pulizia ogni dieci giorni circa è un buon punto di partenza, ma anche il modo in cui disponiamo gli alimenti può aiutare a migliorare la conservazione dei prodotti. Ogni spazio del frigo è pensato per conservare alcuni alimenti in particolare: nello spazio superiore possiamo sistemare dolci, burro, formaggi e yogurt; in mezzo sughi, salumi e cibi già cotti; più in basso pesce, carne e cibi crudi. Nei cassetti possiamo inserire frutta e verdura e negli sportelli bevande o salse che non necessitano di temperature troppo basse.

Come conservare gli alimenti?

Oltre ad avere un posto determinato in frigo, gli alimenti hanno anche un metodo di conservazione preciso. Possono essere posti in contenitori di vetro o plastica, o nei tipici sacchetti che compriamo al supermercato. Spesso quando acquistiamo della verdura è avvolta in una carta umida che è preferibile sostituire con degli appositi sacchetti forati. L’insalata sporca di terriccio va pulita togliendo le foglie più esterne, carne e pesce vanno asciugati per togliere il liquido esterno, le patate vanno poste in una busta di carta e conservate in un luogo fresco, asciutto e buio.
C’è un metodo anche per la conservazione delle erbe aromatiche fresche che possiamo far essiccare in sacchetti di carta o appese in un luogo fresco e asciutto.
Una particolare attenzione va data alla conservazione dei cibi cotti: i cibi avanzati vanno posti in frigo entro due ore e in un contenitore diverso da quello utilizzato per cucinare o per servire in tavola; dovranno essere mangiati entro 2-3 giorni per evitare il rischio di intossicazione alimentare. Le pietanze cotte non vanno poste subito in frigo, bisogna prima raffreddarle rapidamente, senza lasciarle per troppo tempo sul ripiano della cucina, ad esempio dividendole in piccole porzioni oppure immergendo i contenitori in acqua fredda e ghiaccio.
Per conservare gli alimenti possiamo ricorrere al congelamento, ma anche questo metodo segue alcune regole. Ci sono alcuni cibi che non vanno mai congelati, come verdure a foglia verde, cetrioli, cipolle e pomodori crudi, patate, uova e insaccati.

Seguite i consigli di Bioimis per perdere peso e restare in salute!