Cibi e proprietà

Albicocche: buone e salutari

Precedenti Successivi
image description Cibi e proprietà

Questo prezioso frutto è ricco di proprietà terapeutiche e nutritive eccellenti per la salute dell'organismo.

Le albicocche sono in assoluto uno dei frutti più amati e conosciuti sin da tempi antichi. La Prunus Armeniaca era, infatti, già apprezzata nel 3000 a.C. in Cina. Le donne cinesi la consumavano per favorire la fertilità. Nel Mediterraneo, giunse, invece, per merito degli Arabi, sebbene Alessandro Magno scoprì questo frutto in Armenia.

Meglio crude

L’albicocca è un frutto ricco di vitamine, soprattutto carotenoidi, vitamina A e vitamina C. L’alta presenza di minerali come potassio, fosforo, sodio, ferro e calcio ne fa un valido supporto in casi di anemia, spossatezza, convalescenza; soprattutto il potassio aiuta anche nell’attività fisica, durante i mesi estivi. Può essere blandamente lassativa a causa del sorbitolo. È comunque ricca di acqua e fibre, quindi è un aiuto per la regolarità e l’equilibrio intestinale. Attenzione, però, a non esagerare nelle dosi, in quanto si rischiano effetti lassativi.
È importante ricordare che le albicocche cotte, o comunque non fresche, perdono gran parte dei loro principi attivi. Il loro consumo è consigliato soprattutto per chi si espone al sole, dato il loro contenuto di beta-carotene.

Tante proprietà in un unico frutto

Le albicocche combattono anemia e spossatezza perché sono ricche di acqua, circa l’85%, proteine, fibre, sali minerali, tra cui calcio, sodio, potassio, fosforo e ferro, vitamine, tra cui la C, la A e PP: proprio per merito del contenuto di queste preziose sostanze nutritive sono un valido alleato contro la stanchezza.
Contengono, inoltre, vitamina C, che ha proprietà antiossidanti e aiuta l’organismo a sviluppare una resistenza contro gli agenti infettivi e contro gli effetti nocivi dei radicali liberi.
Un consumo ponderato di albicocche fresche contribuisce a tenere sotto controllo il livello di glucosio nel sangue e il colesterolo alto. Inoltre, questo frutto bilancia la pressione arteriosa: previene, infatti, la formazione di placche sulla parete interna delle arterie, migliorando le funzionalità cardiache e aiutando il cuore. La sua assunzione non è solo utile a ridurre il colesterolo cattivo, ma aiuta anche ad aumentare i livelli di colesterolo HDL o colesterolo buono, a vantaggio della salute del cuore.
La vitamina A favorisce lo sviluppo delle ossa e contrasta l’insorgere dell’osteoporosi. Il potassio, invece, previene diversi disturbi del sistema nervoso e muscolare. La vitamina A è, inoltre, capace di stimolare la produzione di melanina, sostanza in grado di proteggere la pelle. Le albicocche apportano, anche, benefici anche per occhi, capelli e gengive.
I semi di albicocca, che si trovano all’interno del nocciolo, contengono vitamina B17, in grado di eliminare le cellule malate dell’organismo causa di alcuni tipi di tumori. Tuttavia, è importante cuocerli e non esagerare nel consumo dei semi, in quanto si potrebbe giungere alla morte per asfissia cellulare.
Infine, le albicocche riducono il rischio di cancro all’esofago, alla laringe, ai polmoni e alla prostata, grazie alla presenza dei caroteni.

In forma per sempre con Bioimis

Bioimis non è una semplice dieta, ma un vero e proprio stile di vita, che vi aiuta a dimagrire e restare in forma. Venite a scoprirlo!