In cucina , Cibi e proprietà , Alimentazione

A tavola con la borragine

Precedenti Successivi
alimentazione; benessere; dieta; ricette
image description In cucina , Cibi e proprietà , Alimentazione

Questa erba di stagione è un ottimo ingrediente per le vostre ricette e aiuta a proteggere le vie respiratorie.

La borragine (chiamata in botanica borrago officinalis) è una pianta perenne che cresce fino a 800-1000 metri di altura e si può trovare spontanea in tutta l’Italia mediterranea anche nelle zone collinari soleggiate o semi-soleggiate.

In generale è diffusa in tutta Europa e nell’America Centrale, anche se è tipica dell’area del Mediterraneo.

Presso Greci e Romani era simbolo di coraggio, ed era nota per indurre gioia e vitalità.  Il suo nome sembrerebbe derivare dal latino “burra” che significa lana grezza e sta a indicare la peluria che ricopre le foglie. Quella coltivata può raggiungere un’altezza di circa 80 cm, ha foglie piuttosto grandi, ovali, dotate di picciolo, di un colore verde intenso e bellissimi fiori blu-viola, a forma di stella.

I fiori e le foglie sono entrambi commestibili, ma è preferibile consumarli cotti, sia per eliminare facilmente la peluria, sia per non rischiare un’intossicazione del fegato: sembra infatti che le foglie, a crudo, presentino sostanze epatotossiche.

Dai semi è, inoltre, possibile ricavare un olio ricco di acidi grassi, utilizzabile in cucina come condimento o per uso esterno per nutrire e riparare la pelle secca, sfruttandone le proprietà antiossidanti.

La borragine contiene una buona quantità di vitamine, in particolare vitamina C, e minerali, soprattutto potassio.

Le proprietà

Le proprietà terapeutiche che vengono riconosciute ai fiori di borragine, li rendono un noto rimedio contro la tosse. Inoltre, hanno proprietà rilassanti e un leggero effetto depurativo e diuretico.

Le foglie, invece, oltre ad essere considerate un buon rimedio naturale contro i disturbi delle vie respiratorie, si utilizzano per combattere alcune patologie cutanee, tra cui eczemi e brufoli.

Possiede, infine, proprietà antipiretiche e sudorifiche. 

Dai semi della borragine viene ricavato un olio, che è un vero e proprio elisir di bellezza, oltre a un potente alleato contro i disturbi connessi al sistema ormonale femminile. È ricco, infatti, di due acidi polinsaturi essenziali, l’acido gamma linolenico e l’acido linoleico, che hanno proprietà importanti per la rigenerazione dei tessuti cellulari in quanto combattono gli acidi grassi saturi. L’olio di questa pianta combatte l’azione di degradazione che svolgono i raggi solari, la cattiva alimentazione e altre scorrette abitudini.

È perfetto, quindi, contro rughe, smagliature, pelle secca, sia per via interna che per via esterna. Si usa, infine, per rinforzare le unghie fragili e che si spezzano facilmente.

Ecco come potete utilizzare la borragine nelle vostre ricette.

Minestrone con borragine

Ingredienti

  • 300 g di borragine
  • 200 g di zucchine
  • 150 g di cavolo nero
  • 1 cipolla
  • 1 porro
  • 80 g di melanzane
  • 1 carota
  • 1 gambo di sedano
  • 200 g di fagiolini
  • 200 g di fagioli
  • 150 g di piselli
  • olio extra vergine

Preparazione
Per prima cosa lavate e tagliate la borragine a pezzetti, poi mettetela sul fondo della pentola. Aggiungete il cavolo tagliato a strisce, poi mano a mano tutte le verdure tagliate a tocchetti, quindi versate acqua fredda fino ad arrivare circa 1 cm sotto il livello delle verdure. Mettete la pentola con il coperchio sul fuoco e lasciate cuocere a fiamma bassa per un paio d’ore, rimescolando e controllando l’acqua di tanto in tanto. A questo punto frullate il minestrone fino ad ottenere la consistenza desiderata. Prima di
servire aggiungete un filo d’olio.

Calamari grigliati e borragine

Ingredienti

  • 2 calamari freschissimi e puliti
  • 400 g di borragine
  • olio extravergine d’oliva
  • aglio
  • limone
  • peperoncino

Preparazione
Lavate bene i calamari, tagliateli a metà e metteteli in una ciotola con olio e limone per circa 30 minuti. Nel frattempo, lavate bene la borragine, lessatela per qualche minuto in acqua bollente e scolatela. In una padella mettete un po’ di olio, uno spicchio d’aglio in
camicia schiacciato e un piccolo peperoncino tagliato a rondelle. Fate insaporire, eliminate l'aglio e aggiungete la borragine leggermente strizzata. Riscaldate bene una griglia e fate cuocere i calamari per 5 minuti circa, poi impiattateli insieme alla borragine.

Frittata di borragine

Ingredienti

  • 4 uova
  • 600 g di borragine
  • 1 cucchiaio di ricotta
  • maggiorana
  • 1/2 spicchio di aglio
  • olio extravergine d'oliva
  • pepe

Preparazione
Lavate la borragine, tagliatela finemente e lasciatela insaporire a fuoco basso con alcuni cucchiai d'olio in un recipiente coperto. Sbattete le uova, aggiungete la ricotta, il pepe, alcune foglie di maggiorana, lo spicchio d'aglio tritato finissimo e, in ultimo, la borragine. In una padella scaldate due cucchiai d'olio, versatevi il composto e livellate la superficie battendola leggermente con una paletta. Cuocete a fiamma bassa prima da una parte e poi dall'altra, poi servite.

Il Coaching Bioimis è un programma adatto a chiunque voglia apprendere i segreti di una corretta alimentazione, per preservare la propria salute e avere maggiore energia e vitalità. Contattateci per saperne di più!